Oggi vi parlo di questo mixer digitale della Soundcraft che trovo molto pratico anche se dico in partenza ha le sue limitazioni, ma ogni cosa che si possa comprare va bene se lo usa per quello che è stato progettato e messo sul mercato.

Inizio elencandovi le caratteristiche tecniche:

  • 8 ingressi: 4 XLR , 4 XLR / TRS combo
  • 1 ingresso RCA
  • 1 ingresso USB (mediaplayer)
  • 2 uscite MAIN XLR, 2 uscite AUX XLR
  • 2 uscite stereo JACK stereo

Dove lo consiglio:

  • piccoli auditorium o sale conferenza
  • background music (bar, ristoranti)
  • piccole esibizioni live
  • piccoli studi di registrazione (voce & strumento)

PRO

A differenza di vari mixer digitali viene fornito pronto all’uso, collegate microfono e diffusori collegate l’alimentazione e infine con il vostro computer collegatevi all’access point WiFi e aumentate il volume dall’interfaccia grafica super-intuitiva. Tutto pronto.

Interfaccia responsive, se vi collegate dal computer avrete un interfaccia comoda per un computer, se vi collegate dal vostro iPad avrete un interfaccia ridisegnata (senza stravolgimenti) per il vostro iPad, stessa cosa sul vostro smartphone. Non è necessario installare software o simili, l’interfaccia è accessibile da Browser e quindi non dovete installare nulla.

L’equilizzatore grafico è molto pratico e funzionale, da evidenziare che i primi due canali godono della possibilità di abilitare un “suppressore di feedback” (non so se si dice così … rendiamo italiano un termine inglese) che vi permette di ridurre al minimo eventuali larsen (non aspettatevi miracoli).

Bella la possibilità di bloccare agli utenti non admin la possibilità d modificare alcune parti dell’impianto (GAIN, Volumi di uscita, Equalizzatore, Volumi AUX) molto utile se volete mettere a disposizione di un personale che tende a smanettare ed essere sicuri che potendo “toccare” solo i volumi non ci sarà il rischio di dover configurare nuovamente l’impianto.

Lo utilizzato in una sala conferenze dove ho applicato questo blocco selettivo, inoltre si possono applicare delle etichette ai canali questi vi permette di dare la possibilità a chi non ha grandi conoscenze in acustica e strumentazioni di usare in tranquillità il proprio impianto. Per ogni canale si può impostare un gruppo che a sua volta potete regolare tramite un volume unico (molto pratico) e potete mettere in “mute” tramite un singolo tasto.

CONTRO

Sarebbe bello poter creare diversi profili utente, capita di rendersi conto che qualche utente è un pò più esperto e un altro è negato e volergli dare più accesso ai vari controlli. Inoltre sarebbe bello poter nascondere i controlli piuttosto che semplicemente mostrare la scritta “BLOCCATO”.

CONCLUSIONI

Come ho scritto sopra lo consiglio per auditorium di piccole dimensioni dove avrete 4-6 microfoni e qualche computer dove riprodurre contenuti multimediali. Se avete un piccolo gruppi musicale o fate pianobar o wedding music lo consiglio se avete un secondo operatore. Mia idea personale che mentre suoni o canti sia più facile regolare un volume con un trigger fisico … poi sono gusti.

Nel momento in cui scrivo questa recensione potete trovare su Thomann ad un prezzo molto accessibile (https://www.thomann.de/it/soundcraft_ui12.htm)